18 dic 2010

Il pacchero della vigilia...

Ciao a tutti cari amici,
siete pronti per il cenone della vigilia??? Ovviamente per tradizione italiana tutto a base di pesce.. almeno dovrebbe essere così se non ricordo male.. io sono l'unico penso in italia a mangiare il tacchino la sera del 24 dicembre.. però che tacchino!!! L'ho mangiato per sei anni e vi giuro che lo rimangerei volentieri!!!

Tacchini, polli, tacchinelle e capponi... nulla di questo per la vigilia...

Insomma vi do una ricettina molto molto facile e soprattutto di grande impatto, tra l'altro mi potrete vedere in opera nella preparazione il giorno 25 di dicembre su Qvc (canale 475 di sky, ma anche su digitale oppure in streaming cliccando qui).

Paccheri di Gragnano al profumo di mare e pomodoro fresco al timo
(per 4 persone)


280 paccheri di Gragnano
2 spicchi di aglio
300 g cozze
200 g di vongole veraci
200 g di totani o seppie o calamari
3 pomodori maturi rossi
1 bicchiere di vino bianco  secco
timo fresco
prezzemolo fresco
olio extra vergine
sale e peperoncino



Schiacciate l'aglio e mettetelo in padella con olio extra vergine di oliva, fatelo soffrigere bene, toglietelo aggiungete il peperoncino, i totani e i frutti di mare.  Fate saltare bene a fiamma viva per qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco.

Tagliate il pomodoro a julienne fine, scaldate bene una padella antiaderente e aggiungete l'olio extra vergine di oliva, poi il timo e i pomodori, fate saltare per 2 minuti a fuoco alto e poi salate fuori dal fuoco.

Quando i paccheri saranno rigorosamente al dente saltateli con i frutti di mare, poi preparate il piatto con i pomodori sotto eadagiatevi i paccheri sopra e poi salsateli con i frutti di mare rimasti come nella foto.

Io per comodità li ho sgusciati ma potete anche evitare... Buona vigilia!

08 dic 2010

Il formaggio con le pere.. Ma il cioccolato no???

Come vi avevo anticipato su facebook ecco qui la ricetta di questa torta che l'altro giorno ho fatto al lavoro... Una bomba di calorie ma è una delle mie torte preferite!!!

Ingredienti

per la base:
80 g di farina
140 g di zucchero
5 uova medie
2 albumi
20 g cacao in polvere
65 g di fecola di patate
1 bustina di vanillina
15 g miele

per la crema:
20 g di farina
125 g di zucchero semolato
250 ml di latte intero
250 ml di panna
125 g di tuorlo
100 g di cioccolato fondente
mezza bacca di vaniglia
20 g di maizena

per la copertura:
152 g cioccolata fondente
50 g zucchero
100 ml di panna fresca

per le pere:
5 pere smith
300 g di zucchero semolato
600 ml di acqua

Ed eccoci finalmente al procedimento... io inizierei con la base al cioccolato... mi raccomando deve risultare morbida e non troppo friabile!!!
Iniziate con foderare una teglia per torte con la carta da forno e a preriscaldare il forno a 200 gradi.
Montate i tuori con lo zucchero, il miele e la vanillina, poi gli albumi.
Aggiungete delicatamente la farina e il cacao precedentemente setacciati ai tuorli montati, fate piano, dall'alto verso il basso sempre incorporando aria... infine gli albumi ben montati.
Cuocere la base a 180 gradi, mi raccomando, fate la prova dello stuzzicadenti.

Adesso si prepara la crema al cioccolato...
Versate in un pentolino il latte e la panna e aggiungere la bacca di vaniglia tagliata a metà.  Portateli ad ebollizione e nel frattempo lavorate con una frusta i tuorli con lo zucchero, poi aggiungete la farina e la maizena setacciate.  Poi aggiungete a filo il latte caldo evitando grumi e riportate sul fuoco per finire la cottura aggiungendo il cioccolato a scaglie.  Fate raffreddare la crema attacandovi un pezzo di pellicola sopra o coprendola con dello zucchero semolato per no far creare la crosticina sopra!!!

Dai non sono stato troppo professioanle no?? Ok continuiamo con le pere!!!

Pulite le pere tagliandole a metà, togliendo il nocciolo centrale e la buccia, poi portate ad ebollizione l'acqua con lo zucchero e cuocere le pere per circa 10 minuti.  Fatele raffreddare dello sciroppo e scolatele bene prima di utilizzarle.

Cosa manca che mi sono perso???  Per scrivere questo post ci sto mettendo una settimana credetemi!!!Ah si la copertura... ecco!!!
E' la cosa più semplice, basta sciogliere il tutto a bagno maria!!!

E adesso arriviamo alla parte più bella!!! Tagliate a metà il disco di pan di spagna al cioccolato, quindi a questo punto avrete due dischi, mi raccomando utilizzate un coltello a sega per tagliarlo.

Mettete come base il primo disco, copritelo di crema, poi l'altro disco e finite con uno strato di crema.  Adagiatevi sopra le pere e fatele aderire bene alla crema senza lasciare spazi e poi coprite con il cioccolato, lasciate raffreddare e buona torta a tutti!!!

30 nov 2010

La mattonella della felicità

Amiciiiiii questo è un dolce davvero che rende felici!!!
L'abbiamo fatto a Chef per un giorno con Lucia Ocone, infatti la ricetta è sua e io ve la riporto tale e quale!!!

Al programma è andata alla grande, e vi posso assicurare che è ottima!!!  Provate a farla e poi magari fatemi sapere!!!


8 uova (7 albumi e 8/9 tuorli )
250 gr zucchero semolato
70 gr cacao amaro
Panna (senza zucchero)
Nutella ovviamente noi nel programma abbiamo usato la "Cioccolella"

Montare gli albumi con lo zucchero semolato con la frusta elettrica, poi aggiungere i tuorli, il cioccolato in polvere amaro e mescolare con un cucchiao dall’alto verso il basso…
Mettere su teglia con carta da forno e livellare con la spatola.
Infornare a 200°C per 8/10 minuti.

Poi create la mattonella alternando Nutella e panna montata, come nel video.
Una libidine!!! Grazie mille Lucia x la tua mattonella!!!

22 nov 2010

Una birra o un sorbetto???

Oggi vi voglio regalre una ricetta che mi piace moltissimo e soprattutto con un ingrediente unico.  La birra!!!

Ora vi do due opzioni, o usate una Menabrea oppure utilizzate una Peroni, io personalmente per questa ricetta utilizzerei una Peroni rossa ma se volete potete utilizzare anche un'altra birra che non sia rossa...
Io l'ho provato a fare anche con una Peroni Gran Riserva che secondo me è una gran birra!!!

200 g di zucchero
2 bicchieri di birra rossa
2 albumi
20 acini di uva bianca
zucchero a velo q.b.

preparare un sciroppo con lo zucchero e e due bicchieri di acqua, deve essere uno sciroppo abbastanza liquido, chiaro e trasparente... poi lasciarlo raffreddare.

Montare gli albumi a neve con lo zucchero a velo a questo punto aggiungere la meringa allo sciroppo molto lentamente.

Aggiungere gli acini d'uva tagliati a metà e mettere il tutto nella gelatiera per circa 10 minuti.

Se non avete una gelatiera mettete il composto in un recipiente, mettetelo in freezer e lasciatelo riposare per circa 30 minuti, poi rimescolare e farlo indurire mescolando di tanto in tanto con una frusta per dare l'effetto "sorbetto".

Ah ecco dimenticavo, questo sorbetto diventa ancora più buono aggiungendoci un pò di zenzero, in polvere oppure fresco, quello sceglietelo voi!

19 nov 2010

Il Mirtillo fa bene!!!

Vi piace il mirtillo???
Io lo adoro... soprattutto il succo di mirtillo, è dietetico, antiossidante e perfetto per la circolazione... ma soprattutto è ottimo con lo sciroppo d'acero e una bella montagnetta di pancakes!!!

vi do la ricetta...

250 g di brurro
125 g di farina
200 ml di latte
un pizzico di sale
un pizzico di bicarbonato
2 uova
1 cucchiaio di zucchero di canna

In un recipiente mettete la farina, il burro a pezzettini e il sale; usando uno sbattitore elettrico a frusta aggiungete via via i rossi d’uovo e il latte fino ad ottenere una crema omogenea.

Montate i bianchi d’uovo a neve ferma e uniteli all’altro composto, poi lasciate riposare qualche minuto.
Mettete a scaldare sul fuoco un pentolino antiaderente del diametro di 10/12 cm e scioglieteci un pezzettino di burro.

Quando il burro sarà sciolto, toglietene eventualmente l’eccesso, e versateci un mestolino di preparato, che quando sarà dorato, andrà girato sull’altro lato, come se fosse una crepes o una frittata, e fatto dorare a sua volta.

Appena tolti i pancakes dalla padella, impilateli uno sopra l'altro (in tutto dovrebbero formarsene 12, quindi 3 a testa)e serviteli caldi e cosparsi di sciroppo d’acero e mirtilli a volontà!!!

Se invece siete pigri e non vi va di farvi l'impasto esiste in commercio il composto per pancakes di Betty Crocker che per me è una divinità, un pò la Julia Child della pasticceria!!!

15 nov 2010

Quadroni di pasta fresca con ragù di finferli e cicoria...

Che vi devo dire oggi avevo voglia di un primo piatto vegetariano e poi avevo voglia di funghi... penso che questo sia un primo piatto adatto a tutti e soprattutto molto bello da vedere... ma vi posso assicurare che è anche buono!!!!

300 gr di pomodori maturi
400 gr di finferli
400 gr di sfoglia di pasta sfresca
6 cucchiai di olio d'oliva
1 cucchiaio di aceto rosso
2 cipollotti
300 g di cicoria
10 foglie di menta fresca
1 spicchio di aglio
1 gambo di sedano
sale e pepe
parmigiano



Pulite con cura i finferli raschiandoli delicatamente con un coltellino e pulendoli con un panno umido, poi tagliateli a pezzetti.
Tritate  i cipollotti e il gambo di sedano e fateli appassire in una casseruola con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva per 7-8 minuti a fuoco medio.

Spellate nel frattempo i pomodori, strizzateli per eliminare l'acqua, privateli dei semi e tagliateli a cubetti, quindi uniteli al soffritto assieme all'aceto e lasciate cuocere per circa 10 minuti.
Unite le foglie di menta lavate e poi i funghi, mescolate e terminate la cottura per altri 15 minuti, salate e pepate.  Lessate al dente la sfoglia di pasta tagliata a quadroni, scolateli e teneteli da parte.

Lessate la cicoria e saltatela con 3 cucchiai di olio e l'aglio, salate e iniziate a preparare i quadroni.

In una teglia da forno mettete come base un quadrone di sfoglia, metteteci sopra un pò di cicoria e poi il parmigiano, coprite con un altro quadrone e fate altri due strati con il ragù di funghi come da foto... Finite con una spolverata di parmigiano e fateli gratinare in forno per circa 5 minuti a 200 gradi.

Ovviamente se no volete tagliarli come ho fatto io in monoporzioni potete fare una teglia intera come una classica lasagna... ma fatti così secondo me sono più belli!!!!

12 nov 2010

Che profumo di Casereccio!!!

Ciao amici come state???
Io oggi mi sono svegliato con la voglia di pane, e allora che fare?? Andare dal panettiere???
Ma noooo!!! Ho deciso di preparare il pane, quello che piace a me, il pane Casereccio...
Che dite vi piace? Allora vi lascio la ricetta per due filoncini di pane...

250 g di farina 00,
250 g di farina di grano duro,
20 g di lievito di birra,
sale q.b.
acqua calda q.b.

Stemperate il lievito in acqua calda, fino a farlo sciogliere. Mettete la farina con il sale sulla spianatoia formando una conca, versatevi il lievito sciolto, e dell’altra acqua tiepida incominciate a impastare il tutto finché la pasta diventa liscia e compatta , mettete l’impasto così ottenuto in una terrina capiente e coprite con un panno umido.


Fatelo lievitare finché raddoppia di volume per un’ora abbondante, poi rilavorate l’impasto dividete l’impasto in 2 parti e con ognuna formate una palla e trasferitele sulla teglia foderata con carta forno.

Lasciate lievitare nuovamente in un luogo tiepido per 20 minuti, coprendolo con un panno umido, poi con un coltello affilato incidete la superficie creando i tipici tagli.


Cuocete nel forno preriscaldato per per 10 minuti a 220°C e poi per altri 15-20 minuti a 180°C.
Eccolo pronto vi piace? ora magari potete preparvi un bell'aperitivo... magari un tagliere di salumi con il pane caldo come ho fatto io!!!


10 nov 2010

My Chocolate chips...

Oggi per la diretta di Qvc ho voluto preparare i miei biscotti preferiti, i famosissimi choco chips!!!
Sono biscotti made in USA e quando li ho fatti tutti hanno iniziato a chiedermi la ricetta, in particolar modo io mio amico nonchè ormai compagno di cucina Filippo Marsala.

Beh insomma in poche parole ho pensato di metterla sul blog per tutti voi!!!


 250 gr di farina
100 gr di zucchero bianco
100 gr di zucchero grezzo di canna
200 gr di burro
2 uova
un pizzico di sale
vanillina
200 gr di fiocchi d’avena
una tavoletta da 200 gr di cioccolato al latte

Lasciate ammorbidire il burro e poi mescolatelo con i due tipi di zucchero.  Aggiungete le uova e la vanillina e continuate a mescolare.  Setacciate la farina col lievito e il pizzico di sale, unite il tutto al composto e amalgamate con cura.  In seguito, incorporate all’impasto i fiocchi d’avena tritati.  Tagliate ora il cioccolato a pezzi grossi e aggiungetelo al composto. Rivestite una teglia con della carta da forno e distribuitevi l’impasto in modo da formare dei biscotti di media grandezza, potete fare anche delle palline e poi schiacciarle leggermente con le dita...  Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti.

Beh ragazzi io me li sono appena mangiati con un bel bicchiere di latte... voi prima provate a fare la ricetta e poi fatemi sapere...









Ah dimenticavo, se volete "colorarli" un pò al posto del cioccolato potete usare degli smarties... li ho mangiati così a Boston!!! Buoniiiiiiiiii!!!!

08 nov 2010

Food Order in the UK

Ragazzi oggi pomeriggio facendo un giro in rete ho trovato questa nuova tendenza del "food order" di Mark and Spencer, la trovo una grandissima figata!!!

Si possono ordinare un sacco di cose da mangiare e addirittura dei menù completi, scegli on line quello che vuoi mangiare, lo ordini, paghi con carta di credito e lo vai a ritirare direttamente in negozio!!! E hanno anche una vasta selezione di vini molto buoni per non parlare delle torte di compleanno o addirtittura delle torte nuziali!!!
 La trovo un'idea davvero innovativa, pecchato che Mark and Spencer lo faccia solo per gli store in UK... Anche perchè Italia non ce ne sono ancora... Ma quando arriveranno da noi???

Comunque metti caso che io ho una cena per 2 a casa, per 4 o anche per più persone e non ho il tempo di cucina ma voglio fare un figurone!!!
Nella sezione food suggestion posso scegliere dal menù gourmet al menù family o se ho un party posso anche scegliere tra i vari party menù... Ma non finisce qui perchè c'è la sezione sushi e anche pizza... Insomma io la trovo un'idea molto interessante, certo non è che lo farei sempre altrimenti sminuirei il mio lavoro ma ogni tanto perchè no?! e soprattutto perchè non provare??

Comunque da pochi giorni c'è anche la sezione per scegliere il tuo menù di Natale.. vabbè insomma non penso che possano fare i filetti di baccalà fritto o i fiori di zucca con alici e mozzarella ma comunque un bel salmone in crosta lo si può ordinare!!!
 Vabbè in Italia non ci sono quidi l'unica cosa che posso fare è lasciarvi il link, almeno gli date un'occhiata!!! Mark & Spencer Food

03 nov 2010

E avevo detto dieta...

Ecco si, avevo deciso di inziare la dieta, ma oggi ero in giro per Milano e per sbaglio (vi giuro per sbaglio!!!) sono finito davanti a Luini... come si fa a dire di no ad un panzerotto come questo?
Caldo, con pomodoro e mozzarella salati al punto giusto e fritto!!! Ovviamente fritto, perche come si dice? ah si!!! fritta è buona anche una suola di scarpe!

Devo dire che è davvero buono, era tanto tempo che non lo mangiavo e non me lo ricordavo così, ho voluto assaggiare anche quello con prosciutto e formaggio e con ricotta e funghi ma il classico li batte tutti!!!

Se passate da queste parti i famosi panzerotti Milanesi li trovate da Luini in via S. Radegonda 16, sono praticamente a perti quasi sempre!!!

Bè non è proprio tipico ma di sicuro è consigliato in tutte le guide..già passando per quel vicoletto poco distante dal Duomo si sente il profumo del panificio e solo a vedere la fila che c’è fuori non si può far altro che entrare..e provare….

Luini nasce come forno e nel 1949 viene preso dalla signora Giuseppina Luini, l'idea era quella di portare un prodotto pugliene nel cuore di Milano... direi che ci è riuscita perfettamente!!!

Oggi prepara..panzerotti..tipici pugliesi..fritti al forno..dolci e salati, una prelibatezza!!!

Insomma se volete assaggiarli sapete dove trovarli!!!
Buon Panzerotto a tutti!!!

01 nov 2010

il primo Risotto di Novembre!

L'avete passato bene Halloween???
Ecco io l'ho passato in macchina tornando dalla capitale, tanto freddo, traffico e pioggia...
Ma finalmente oggi tanto relax, anche se il freddo ormai non va più via!

Ma parliamo di altro perchè secondo me non ve ne frega molto di quello che faccio :)

Per questo primo giorno di novembre, piovoso e freddo (almeno a Milano è così) vi voglio regale una ricetta a me tanto cara, un profumo di autunno e soprattutto riscaldante!!!

Risotto al tartufo

160 g di riso carnaroli
1 scalogno
mezzo bicchiere di vino bianco secco 
600 ml di brodo di vitello o carni bianche
burro q.b.
80 g di parmigiano
1 tartufo (io ce l'avevo nero ma usatelo bianco che è meglio!!!)
Tritare finemente lo scalogno e farlo soffriggere con una noce di burro ed un filo d’olio.
Aggiungere il riso e lasciarlo tostare per qualche minuto. Aggiungere il vino, mescolare e lasciar sfumare.

Cominciare ad aggiungere piano piano il brodo caldo, mescolando ogni tanto ed aggiungendone ancora quando quello precedente è stato assorbito dal riso.

Quando il riso è al dente aggiungere una bella noce di burro e del parmigiano grattugiato. Dovremmo ottenere un riso all’onda, cioè, né troppo liquido né troppo duro.
Servire caldo con delle lamelle di tartufo nero e qualche gioccia di olio al tartufo per decorare...

Io ve lo consiglio in questa serata autunnale... é ora di cena... io vado a mangiare il mio risottino!!!

31 ott 2010

Dolcetto o scherzetto?!

Beh che dire buon Halloween a tutti!!!
Anche quest'anno siamo arrivati al 31 ottobre e la zucca è la protagonista di questa giornata!!!

Guadarte in questa foto che zucche simpatiche che ho trovato nel mio viaggetto in Canada, insolite direi... Un pó diverse dalle zucche Made in USA!!!

Insomma parlando di zucca e di "dolcetto o scherzetto" voglio condividere con voi una ricetta che di solito faccio sempre ad Halloween e che i miei amici apprezzano molto.

Ingredienti
(per uno stampo da 24cm):
700g di zucca (con la buccia ma senza semi e filamenti interni)
150 g farina
150 g zucchero
180g di amaretti tritati
2 cucchiai di cacao amaro
50 g burro fuso
2 uova
1 bustina di lievito in polvere
zucchero a velo per cospargere (facoltativo)

Procedimento
Sbucciate la zucca, tagliatela a fette e cuocetela in forno a 200° per circa 20'. Lasciatela raffreddare e frullatela. In una terrina mescolate bene con un cucchiaio di legno la zucca frullata con la farina, lo zucchero, gli amaretti tritati, il burro fuso, il cacao, i tuorli e il lievito. Montate gli albumi a neve e aggiungiungeteli al composto precedente e mescolate delicatamente facendo attenzione a non smontarli. Versate il composto in un stampo imburrato ed infarinato e infornate a 190° per circa 1 ora.

Sformate la torta e lasciatela raffreddare, poi mangiatevela in compagnia di amici e magari con un bel bicchiere di latte freddo!!!

30 ott 2010

Julie & Julia... un trionfo in cucina!



Benvenuti nella mia cucina virtuale o meglio tutto ciò che il mio cervello condivide con la cucina...

Ebbene sì... finalmente sono riuscito a vedere questo film, è un mese che dico che lo voglio vedere ma non ci riesco mai!!!
Ore 20:45, io già sul divano rilassato facendo zapping su SKY, come tutte le sera, squilla il cellulare, un messaggio di un'amica... metti su sky cinema hd! Cambio subito canale e finalmente eccola lì, la nostra cara amata Meryl Streep che impasta, mangia e assaggia.

Direi che questo è uno di quei film proprio da guardare, sia per i professionisti della cucina ma anche per gli amanti!
E' una commedia che racconta la vita di due donne... Meryl Streep interpreta la parte di una donna americana, Julia Child trasferita a Parigi nel 1924 e che ad un certo punto si mette alla ricerca di qualcosa da fare, un qualcosa che la tenesse impegnata e che avesse a che fare con la sua passione per il cibo.
In poco tempo Julia impara la cucina francese e diventa una delle più importanti esperte di cucina, creando un libro di cucina francese adattata per gli americani, un grande successo.

La seconda è Amy Adams nella parte di Julie Powell.
Julie nel 2002 si trasferisce nel Queens ed è una giovane impiegata alla ricerca di qualcosa che gli dia una svolta alla sua vita... Inizia a creare un blog di cucina e asfidare se stessa completando in 365 giorni le 524 ricette del libro di Julia Child ovvero "Mastering the art of French cooking".

Insomma poche parole, guardatelo e fatevi anche una cultura di cucina, si parla addirittura del beurre blanc, semplicemente burro motanto con aceto... Una salsa tipicamente francese che viene utilizzata specialmente sui pesci.

Vi regalo la ricetta di Chef Simon... basta un click!